Jean Franco

«Mi chiamo Jean Franco, ho 14 anni e frequento il primo anno di un istituto informatico. Sono italiano di origine peruviana e vivo vicino all’ASAI. Ho conosciuto l’ASAI per il progetto che realizza in corso Taranto. Da un anno vengo all’ASAI di via Sant’Anselmo dove ho partecipato all’Estate Ragazzi e dove oggi studio nel doposcuola tre pomeriggi a settimana.

Nel mio tempo libero esco poco con gli amici di scuola perché ci conosciamo ancora poco. Quindi sto quasi sempre in casa, faccio i compiti, guardo poco la tv perché c’è il mio fratellino piccolo, di tre anni, che tiene occupata la tv.

All’inizio di ogni anno scolastico sono sempre molto timido. Ho bisogno di un po’ di tempo prima di socializzare e sto in disparte. Per fortuna, ho sempre incontrato qualcuno che poco per volta si è avvicinato per parlarmi e così anche io ho cominciato ad aprirmi. Questo dimostra che non tutti sono così “bulli”. Quest’anno in realtà è andata meglio, mi sono sbloccato già dopo poche settimane.

Parlando di “cura” penso a mio fratello. Se ne occupa molto mia sorella maggiore, ma anche io sto attento a che non si faccia male e che non faccia cose pericolose.»